Grillo dittatore? Ma mi faccia il piacere!

Andrò contro-corrente, come spesso mi capita peraltro, ma a mio modestissimo avviso, l'art. 49 della Costituzione ("Tutti i cittadini hanno diritto di associarsi liberamente in partiti per concorrere con metodo democratico a determinare la politica nazionale"), in primo luogo, non obbliga affatto all'utilizzo della "forma-partito" per l'organizzazione dell'iniziativa politica e per fortuna, aggiungo. Semplicemente, si limita a riconoscere la POSSIBILITA' che i cittadini utilizzino ANCHE la "forma-partito" "per concorrere con metodo democratico a determinare la politica nazionale". In secondo luogo, sempre l'art.

Il "mio" Enzo Tortora

In questo video, della durata di poco meno di otto minuti, ho raccolto alcune parti, modificate, del film documento "Enzo Tortora: Che non sia un'illusione". Il film integrale, della durata di 68 minuti, è stato da me realizzato utilizzando il materiale presente sulla rete "rimontato" secondo il particolare taglio che ho voluto dare per ricostruire, nella maniera più sintetica possibile, la vicenda, umana, giudiziaria e politica, di Enzo Tortora dal suo arresto del 1983. In particolare, questo breve video si apre con la famosa frase di Leonardo Sciascia sulla "Costituzione di carta" a cui segue il montaggio dell'audio della mia voce che spiega il perché della natura "personale", "mia", di questo Enzo Tortora. Buona visione.

Su Enzo Tortora e Silvio Berlusconi

Silvio Berlusconi ha conservato un po' di "pudore", questa la notizia. Anni addietro, si autodefinì "unto dal Signore" per sottolineare come la sua azione politica fosse "ispirata" direttamente dall'alto. Con Enzo Tortora non ce l'ha fatta, ha avuto, appunto, un certo "pudore" nel non fare un paragone "esplicito", limitandosi quindi a farlo "implicito" (mica si può pretendere che rinneghi totalmente la sua natura da impostore), tra se stesso e colui che fu Presidente del Partito radicale e che fece della battaglia per la giustizia giusta la sua ragione di vita dopo l'arresto del 1983: Enzo Claudio Marcello Tortora.

VIDEO | Sulla "legislatura tranquilla" di Pierluigi Bersani e sulla sconfitta storica e politica della tradizione comunista.

Per le elezioni politiche del 2013, Pierluigi Bersani ha ripetutamente chiuso la porta in faccia ad ogni possbilità di alleanza dei radicali col PD, sia a livello nazionale che a livello regionale. Il segretario del PD (n.d.r. Partito Democratico, ebbene sì, sappiatelo!), seguendo questa linea di totale chiusura ed esclusione, ha fatto finalmente cadere tutti quei veli che, nel 2008, Wuolter Veltruskoni aveva sollevato mascherando come ospitalità ciò che in realtà era ricatto, puro ricatto!

Sui "ghigliottinari" e sui "ghigliottinati"

La verità è che siamo un Paese di "ghigliottinari"! La verità è che gente come Sant'Oro, Travaglio et similia ci sguazzano in mezzo al letame da loro stessi lanciato senza che si possa avere diritto di replica! La verità è che l'atroce destino che ci attende come popolo, il medesimo sempre storicamente riservato ai "ghigliottinari", è di essere... "ghigliottinati", e ghigliottinati proprio dalla nostra storia, quella che ogni giorno contribuiamo a scrivere! La risposta necessaria ed urgente? Il ripristino dello Stato di diritto, cominciando con l'amnistia! Ma... si sa... queste sono pinzillacchere radicali. Si ritiene, comunemente, che lo Stato di diritto non riempia la pancia.

Pagine